E’ di origini marcianisane Agostino Sibillo detto “Ago”, ricercatore internet e inventore brevetti rivoluzionari

ago_sibillo2È considerato dalle Università americane, come quella del New Hampshire, colui il quale ha effettuato la più grande invenzione del XXI secolo ed uno degli inventori e ricercatori internet più quotati al mondo . Si tratta di Agostino Sibillo, meglio conosciuto come “Ago”. A lui si devono l’invenzione del “Cloud Computing System”. Stiamo parlando del sistema rivoluzionario che permette di archiviare dati su un server remoto attraverso un qualsiasi device (computer, smartphone, tablet). Questo sistema è utilizzato da servizi come Google Drive, Amazon Cloud, e DropBox tanto per fare un esempio. All’anagrafe Sibillo è nato a Manfredonia (Foggia) ma il suo papà (ex sottufficiale dell’aeronautica in pensione) è marcianisano così come tutta la famiglia paterna a cui è ancora molto legato. I cugini marcianisani sono orgogliosi di lui così come buona parte della comunità scientifica italiana. Laureatosi Giurisprudenza stimato avvocato e ricercatore presso università di Bari e Taranto. Poi si sposta negli Stati Uniti, a Los Angeles, dove conoscerà la sua futura moglie. In America si laurea in Ingegneria Informatica. Registra il suo primo brevetto mondiale sulla tecnologia multitasking da cui ne deriva un enorme successo. Dopo questo brevetto ne sono seguiti altri 19. Gli altri brevetti riguardano svariati campi: Software per i Droni, Video Streaming, Televisione e Diagnostica Medica. Recentemente Ago Sibillo ha lanciato una nuova app negli Usa che promette una totale riservatezza delle comunicazioni internet: si chiama “Spychatter”. Spychatter contiene un nuovo, da lui inventato e brevettato, algoritmo che effettua una incredibile criptazione dei dati con l’utilizzo di satelliti GPS, Mac Address e Informazione Termpo. Ne risulta un sistema di criptazione incredibilmente affidabile. Disponibile su Google Play per dispositivi Android. Su una mappa del mondo, l’utente può decidere di spostare file e contatti a un indirizzo, senza che alcuno possa intercettarlo. Ma attenti a non dimenticare dove li avete posizionati perché dai calcoli fatti, per recuperare i dati ci si impiegherebbe 862 anni di tentativi. A breve Spychatter sarà disponibile per le principali tipologie di cellulari, pc e tablet. Il lancio dell’app si è tenuto a Hollywood alla presenza di star del cinema e dello sport. In particolare, insieme adAgostino Sibillo c’erano Alan James Bailey (ex vice presidente Paramount ed ora Vice Presidente e tesoriere di Spychatter) e Samy Kamkar, (CTO Chief Technical Officer di Spychatter) considerato il più grande hacker di tutti i tempi che ha in sostanza ha certificato l’impenetrabilità della app. Samy viene citato nella prima pagina del rapporto cheEdward Snowden ha fatto prima di fuggire dagli Stati Uniti, come uno degli hacker ed esperti in sicurezza informatica più temuti dalla NSA americana al mondo. Per l’Italia, l’azienda ha stanziato due milioni di dollari di budget per una campagna promozionale che partirà tra qualche mese, una sorta di “caccia al tesoro” sul territorio nazionale ispirata all’app. Così spiega Sibillo la sua nuova invenzione: “E’ il mio sogno più grande, il sogno di veder internet non più come un giocattolo che in pochi grandi colossi usano per arricchirsi alle spalle della gente, ma un luogo dove tutti noi possiamo essere sicuri. La sicurezza deriva dalla riservatezza. Riservatezza dei dati personali, delle email, delle conversazioni e degli allegati alle nostre email. Oggi abbiamo un sistema informatico basato sul Cloud Computing System che purtroppo non è stato usato nel modo in cui lo avevo progettato e brevettato anni fa. Oggi ogni allegato email, ogni singola ricerca che la gente effettua nei browsers ed ogni messaggio sono oggetto di attenzione e spionaggio a fini pubblicitari (e non solo) da parte dei grandi colossi informatici. Quando inventai e diedi in licenza il Cloud a queste grandi compagnie, ottenni “verbalmente” il loro impegno a proteggere la privacy delle conversazioni e dei contenuti di ogni utente. Purtroppo le cose non andarono così come promesso. Con Spychatter andremo a ribaltare questo sistema perverso. Il cloud con noi è impenetrabile ed inattaccabile!”

(Visited 813 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>