“Marcianise ha un potenziale umano incredibile”: intervista rilasciata a Caserta Focus

Riporto di seguito una mia intervista pubblicata sulla versione cartacea di Caserta Focus uscita sabato 13 dicembre 2014:

Sulla situazione politica , culturale e sociale a Marcianise abbiamo ascoltato l’opinione dell’ex assessore alla cultura del Comune di Marcianise Alessandro Tartaglione.

Come giudica l’azione dell’attuale amministrazione comunale?
Purtroppo devo costatare che dopo un anno e mezzo dall’insediamento di questa compagine amministrativa la città versa in uno stato di abbandono totale. Non solo non esiste una prospettiva, un progetto per la città, ma i problemi si stanno incancrenendo a partire da quelli legati al vivere quotidiano. Gli spazi pubblici sono abbandonati, le strade versano in uno stato pietoso e i grandi progetti che aveva avviato l’amministrazione di cui facevo parte come la ristrutturazione del Teatro Mugnone, la costruzione del Ring Verde e del Palazzetto dello Sport, sono al palo. L’emigrazione dei nostri concittadini, giovani e non solo, è aumentata notevolmente per via di una cronica mancanza di lavoro. Niente è stato fatto per mettere in sicurezza la questione ambientale e in più dal 2006 ad oggi abbiamo perso importanti sedi istituzionali come il tribunale, l’università ed il giudice di pace.

Molti le riconoscono da consigliere comunale ed assessore di aver avviato importanti eventi culturali e di aver aperto per la prima volta le porte del Comune alle associazioni marcianisane. Qual è la situazione attuale?
Da consigliere comunale mi battei, riuscendoci, per istituzionalizzare il rapporto con le associazioni tutte. Stilammo e facemmo approvare un regolamento comunale per l’accesso ai contributi al fine di rendere trasparente l’elargizione degli stessi evitando favoritismi clientelari. Inoltre con l’albo delle associazioni facemmo un censimento di tutte le realtà presenti realmente sul territorio. Da assessore avevo un rapporto costante con le associazioni. Con loro stilammo un programma delle iniziative al fine di evitare l’accavallamento delle stesse in alcuni periodi e di rendere più variegata l’offerta culturale. Alcune iniziative di grande successo come “Aperitivo con l’autore” furono organizzate con il contributo fattivo di alcune associazioni giovanili. Il Comune aveva un ruolo attivo e propositivo soprattutto al fine di valorizzare la nostra città. Con “Itinerarte” e “Suggestioni a Santa Venere” abbiamo fatto scoprire al territorio casertano e campano la bellezza delle nostre chiese attirando migliaia di persone. Abbiamo sostenuto e valorizzato il teatro, la musica e le tradizioni popolari.
La situazione attuale è sotto gli occhi di tutti. L’iniziativa è relegata esclusivamente alle realtà associative che spesso sono costrette a barcamenarsi tra strettoie burocratiche insormontabili con il Comune che invece di facilitare rende a volte impossibile l’organizzazione di iniziative.

Lei è anche un autorevole rappresentante della società civile essendo il presidente della più importante associazione sportiva pugilistica italiana, la “Excelsior Boxe di Marcianise”. Qual è lo stato dello sport in città?
Nel momento in cui scrivo la società calcistica marcianisana è di nuovo  in crisi poiché il suo presidente ha deciso di lasciare. Il calcio, così come gli altri sport a Marcianise, vivono un disagio enorme poiché non hanno nessun supporto dal Comune. La piscina comunale è chiusa e non si sa quando aprirà, il velodromo è stato abbandonato e le società di basket, pallavolo e calcetto arrancano per via della mancanza di un palazzetto dello sport. La Excelsior Boxe riesce ad andare avanti soprattutto per via dell’apporto che proviene dal nostro sponsor, la Axpo, che da 5 anni ormai ci è accanto e ci sostiene. Grazie allo staff tecnico capitanato dal maestro Brillantino e all’apporto dei soci, la nostra palestra non solo contribuisce a togliere dalla strada tantissimi ragazzi, ma riesce a dare loro, nella maggioranza dei casi, una prospettiva di lavoro. I nostri giovani campioni, infatti, grazie al loro impegno e al duro sacrificio, riescono facilmente ad inserirsi nelle forze dell’ordine.  Questo è un messaggio importante per una città che per anni è stata al centro dell’attenzione per fenomeni legati alla criminalità organizzata.

Lei ha coniato la frase “I Love Marcianise Maitant” esaltando personaggi che hanno dato lustro alla sua città e scrivendo a tal proposito anche un libro. C’è speranza per Marcianise?
C’è un potenziale umano incredibile a Marcianise. Sono un inguaribile ottimista e questo mio atteggiamento mi viene non soltanto dalla mia educazione ma anche dalla consapevolezza che questa città è abitata da persone straordinarie che hanno dato e danno ancora lustro a Marcianise per meriti professionali, artistici, sportivi e culturali. Inoltre esiste una realtà associativa di qualità, generosa e amante come me di questa città. Una città che ha mille difficoltà e contraddizioni e nello stesso tempo è fatta di persone competenti e laboriose da fare invidia a qualsiasi altra comunità. Sono persone che vanno coinvolte nella gestione del processo sociale, culturale e politico cittadino. Si tratta di un’impresa ambiziosa che tuttavia va avviata anche perché è l’unica speranza anche per la politica di ritrovare la funzione essenziale per cui è nata.

(Visited 176 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche...

1 Risposta

  1. Filippo Monaco Presidente della Fondazione "M- Monaco" scrive:

    No, egregio dottore, la cultura non è morta a Marcianise, essa e viva più che mai in qualche organizzazione che fa “Cultura” quella vera, con la “C” maiuscola. Ricordo che durante quest’anno la Fondazione “M. Monaco”ha fatto non pochi convegni di Studio su Tradizioni e Personalità di Marcianise (gli scritti sono a sua disposizione per appuntamento). Giovedì 18 Dicembre alle ore 18 nella sala “Cardinale F. Carpino” si terrà u Convegno sul tema: “PRIVILEGIUM FUNDATIONIS S.tae VENERE DE MARCZENISE”. Mi onoro invitarla. Vedrà di Persona. Aggiungo: La Fondazione “M. Monaco” ha rinnovato per altri tre anni la Convenzione con l’ Università Federico II di Napoli per il “Tirocinio orientativo e formativo per laureati e laureandi”. con cordiali ossequi la saluto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>