“Aperitivo con l’Autore”: Paolo Mastroianni

Paolo Mastroianni presenta: Altrove

Primo appuntamento per “Aperitivo con l’Auotore”, l’iniziativa promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Marcianise in collaborazione con 5 associazioni culturali del territorio che adotteranno un libro da far conoscere a Marcianise e ai propri associati. Un formula nuova che coniuga l’impegno sociale con la diffusione della cultura e del libro.
Si parte Venerdì 30 Novembre alle ore 17,30 presso la sala polifunzionale della Biblioteca Comunale di Marcianise in via Vespucci con lo scrittore casertano Paolo Mastroianni che presenta il suo primo lavoro dal titolo “Altrove”, edizioni Effigie. Interverranno, oltre all’autore, il giornalista Luigi Ferraiuolo, il preside del II Circolo Didattico di Marcianise Celestino Blosio e l’assessore alla cultura Alessandro Tartaglione.
Il tema dell’incontro è “L’Intercultura”, mentre l’associazione che adotterà il libro è il Centro Documentale Multiculturale, che da anni si occupa di problematiche relative all’immigrazione. L’appuntamento, dopo la presentazione e il dibattito, si concluderà con un simpatico aperitivo con un cocktail ispirato all’argomento della discussione.

Il Libro
“Sei storie dallo scenario del mondo globale” incorniciate nei più diversi ambienti, nel Casertano, a Budapest, o a Londra. Ne sono precari protagonisti tipi umani di ogni etnia ed età che, soffocati dallo squallore di una vita senza speranze, a malapena riescono a domandarsi come sarebbe vivere altrove. E le storie si intrecciano, i personaggi – come per una capricciosa regia del destino – si sfiorano e si incontrano in un quadro animato e policromo. Si muovono tutti in uno stesso arco di tempo, dal 15 al 29 marzo 1993. Si parte dal magnaccia tunisino, percorrendo la sua giornata fino alla notte di lavoro sulla variante presso Villa Literno. Finché all’alba viene ucciso da un altro tunisino per ordine del racket. Così i protagonisti si avvicendano: dall’assassino a una delle prostitute. Ogni figura tiene la scena per un po’, con il suo bagaglio di sogni, ricordi, speranze e frustrazioni, finché passa la mano a un altro. Sono protagonisti che per volontà o necessità percorrono il medesimo viaggio, vicini, lontanissimi, incrociandosi in un altrove che è il nostro mondo. Lo attraversano spaesati e impauriti, lungo sentieri che hanno per guardiani criminali e approfittatori o, nel caso dei polacchi, la rete di accoglienza del Vaticano. Ognuno è colto nel suo momento di incertezza, di crisi o sul punto della morte Dalle collocazioni e dalle date accertate degli “aggiornamenti biografici” che chiudono (e insieme dilatano) il libro, tutto induce a pensare che le storie siano vere, che l’autore le abbia raccolte dal vivo, con affetto partecipe, fossero tragiche o malinconiche, grottesche o malavitose. In questa sua prima opera narrativa, Paolo Mastroianni si dimostra capace di penetrare e raccontare la realtà polimorfa dei nostri tempi, annodandone le fila con saggezza, in assenza di ogni giudizio.
Gli ambienti descritti da Paolo Mastroianni sono quelli terribilmente vicini a noi, la periferia casertana, il litorale domizio e in qualche modo anche la stessa città di Caserta. L’esercito di migranti diventa di volta in volta bestiame per lavori massacranti retribuiti con pochi spiccioli o manovalanza criminale.

(Visited 79 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>