Sinistra Ecologista: nel prossimo governo ci sia il Ministero per le Politiche Energetiche e l’applicazione del protocollo di Kyoto

Prende avvio la campagna, organizzata da Sinistra Ecologista, l’ “Energia che vogliamo”. Elemento portante dell’iniziativa è la proposta di politiche di risparmio energetico, ovvero di utilizzo delle migliori tecnologie esistenti ai fini di contenere e ridurre i consumi elettrici e di combustibili fossili e la proposta di un forte impulso allo sviluppo di energie da fonti rinnovabili.
Sinistra ecologista parte dalla convinzione, ormai acquisita nel mondo scientifico oltre che nel mondo ambientalista, che la produzione di gas di serra con i conseguenti effetti climatici, rappresenta uno dei maggiori problemi da risolvere per garantire il futuro del pianeta.
La centralità di questa problematica è tale da indurre Sinistra Ecologista a proporre all’Unione che nel prossimo governo ci sia un apposito Ministero per le politiche energetiche e l’applicazione del Protocollo di Kyoto. La campagna ha la sua originalità nell’indirizzarsi contemporaneamente verso il mondo della politica con proposte rivolte al programma dell’Unione e verso l’universo delle famiglie indicando forme di risparmio energetico, soprattutto connesse all’uso degli elettrodomestici e al riscaldamento delle case attraverso le quali realizzare consistenti economie sulle bollette. Alle famiglie Sinistra Ecologista intende documentare come la difesa dell’ambiente si coniughi oggi non solo con l’utilità generale ma con la convenienza economica diretta: la somma di illuminazione con lampade a basso consumo, di elettrodomestici ecologici, di sistemi di riscaldamento efficienti, può tagliare del 30-40% il costo delle bollette di energia elettrica e di gas.

Sull’argomento è intervenuto il consigliere comunale dei DS nonché consigliere nazionale di Sinistra Ecologista Alessandro Tartaglione: “Siamo impegnati, come associazione e come amministratori a diffondere ed attuare le politiche di energie alternative al combustibile da petrolio oltre che quelle indirizzate al risparmio energetico, consapevoli che il tema dell’approvvigionamento di energia e quello della sostenibilità ambientale non possa più essere procrastinato”.

(Visited 37 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>