Seminario sui “Bambini particolarmente intelligenti”

“Bambini particolarmente intelligenti” Il 2° Circolo Didattico di Marcianise diretto dal Prof. Celeste Blosio ha organizzato un seminario formativo avente per titolo «Bambini ad altissimo potenziale intellettivo» curato dall’associazione Eurotalent. Il corso di approfondimento di due giorni è stato tenuto dalla Prof.ssa Federica Formando, psichiatra, psicoterapeuta, giornalista, docente di educazione al pensiero creativo alla SUPSI di Lugano e vicepresidente mondiale e presidente in Italia di Eurotalent. L’esperta, che si occupa di superdotazione intellettuale in tutte le età, ha fondato e diretto la, per ora unica, Scuola italiana per bambini particolarmente dotati, dal 1984 al 1993.
L’iniziativa, patrocinata dall’Assessorato alle Politiche dell’Educazione e Scolastiche di Marcianise, mira a fornire agli insegnati gli strumenti didattici e pedagogici utili per trattare quei bambini che hanno una intelligenza superiore alla media al fine di prevenire i disagi tipici di questi alunni e nel contempo creare percorsi didattici differenziati per incoraggiare il riconoscimento, la cura e la realizzazione di talenti a beneficio dell’intera società.
“Un bambino molto intelligente non è semplicemente uno che va benissimo in matematica” ha spiegato Federica Mormando. “E’ spesso così diverso dagli altri che finisce per essere escluso, perché la società, dell’intelligenza, che significa soprattutto libertà, ha paura e quindi finisce per ostacolare queste persone”.
Soddisfatto il Prof. Blosio che è intenzionato a candidare il II Circolo Didattico ed il territorio marcianisano come Centro di Eccellenza per le problematiche relative ai bambini particolarmente dotati.
“Siamo orgogliosi – ha spiegato l’assessore Tartaglione – del fatto che a Marcianise si tenga il primo seminario italiano sui bambini superintelligenti. L’Amministrazione Comunale è interessata ad approfondire questo tema e a dare il massimo sostegno al progetto del II Circolo Didattico di Marcianise”.

(Visited 53 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>