Roberto Saviano

Roberto SavianoHo letto il Libro di Roberto Saviano “Gomorra” edito da Mondadori. Credo sia un libro che vada letto da tutti noi campani. Ci fa comprendere meglio la realtà che ci circonda: cosa la muove e cosa la tiene ferma. Saviano ha il merito di aver scritto ciò che tutti quanti sanno ma che pochi dicono.

«Napoli è una ferita che non riguarda solo Napoli. Da qui si innescano contraddizioni che irrorano il resto del Paese: dai capitali criminali che altrove diventano legali, sino ai rifiuti che le imprese del Nord hanno sepolto nelle terre campane. Queste guerre di camorra, questa peste dei rifiuti sono sismi le cui onde si stanno espandendo ovunque»

(Visited 65 times, 1 visits today)

Potrebbe interessarti anche...

2 Risposte

  1. armando sepero scrive:

    saviano ha solo raccolto gli articoli dai giornali e li ha ricuciti insieme. in maniera romanzesca.
    chi non sapeva è solo un ignorante, che non ha mai visto oltre il metro quadrato nel quale vive.
    un’operazione commerciale che gli ha assicurato bei soldini ed un posto di lavoro al corriere del mezzogiorno. diventerà un giornalista sotto il cappello di bassolino come tutti gli altri.

    poi adesso dicono che vogliono farlo fuori, forse gli daranno la scorta, così il prossimo libro vende il doppio.

    salve

  2. Nella fretta di sparare “veleno” non si è accorto che ho scritto “Saviano ha il merito di aver scritto ciò che tutti quanti sanno ma che pochi dicono”.
    Se un libro mette a nudo il sistema economico della criminalità organizzata vende tanto è un fatto sicuramente positivo perchè apre un dibattito sulle questioni reali delle nostre terre.
    Magari lei avrebbe preferito un libro su “Pupe e Secchioni”? O avrebbe preferito che Saviano non vendesse niente? Ma questa però si chiama invidia…..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>